greenTips

Muoviti!

Invece di prendere la macchina: cammina, vai in bici, prendi i mezzi pubblici. Non solo ti manterrai in forma ma aiuterai anche a ridurre traffico, inquinamento atmosferico, rumori e order cialis soft overnight incidenti.

Devi andare a fare una commissione?

L’auto spesso inquina di più quando il motore è freddo, quindi prova ad andare a piedi o in bicicletta.

Le biciclette non producono ne gas serra ne inquinamento,

quindi sono il mezzo di trasporto meno inquinante.

Usa fattorini in bicicletta!

Se hai un’azienda e necessiti di inviare posta e pacchi regolarmente nella tua città, usa un servizio che si muova in bicicletta. Le bici non sono condizionate dal traffico, sono veloci, e contribuirai ad aumentare la qualità dell’aria urbana nella tua zona.

Stai andando a lavorare?

Invece di usare la tua auto, considera il carpooling o il trasporto pubblico. Se poi vai in macchina chiedi ai tuoi colleghi chi abita vicino a te e se è possibile scambiarsi dei passaggi.

Rifletti prima di acquistare una nuova auto.

Potrebbe essere più efficiente usare mezzi di trasporto alternativi invece di avere un'automobile soltanto per gli spostamenti nei fine settimana.

Sapevi che puoi ridurre l'inquinamento atmosferico riciclando i rifiuti?

Riciclando vetro, carta, batterie, olio per motori e lattine di alluminio, questi materiali possono essere riutilizzati e così ridurrai fino al 70% il volume di rifiuti destinati all'incenerimento.

Nelle giornate molto calde, usa i mezzi pubblici invece della tua auto.

I gas di scarico delle automobili reagiscono con la luce solare ed il calore producendo gas inquinanti come l'ozono troposferico, principale fattore della scarsa qualità dell'aria e dello smog fotochimico, che può causare disturbi respiratori.

Pensaci bene prima di comprare un SUV.

Oltre a essere molto costosi da gestire, i SUV sono anche estremamente inefficienti nei consumi. Emettono il doppio del monossido di carbonio, degli idrocarburi e sale usa levitra drugs del biossido di azoto rispetto ad una comune auto, e queste sostanze chimiche contribuiscono all'inquinamento atmosferico e al riscaldamento globale!

L'acqua dolce è scarsa!

Circa il 97,5% dell'acqua sulla Terra è salata, quindi solo il 2,5% è acqua dolce. Di questa, più di due terzi è congelata nei ghiacciai e nelle calotte polari, mentre il resto si trova principalmente nelle falde acquifere con solo una minima parte presente nei fiumi, nei laghi e nell'aria. L'acqua è una risorsa preziosa, usala responsabilmente e non sprecarla!

Chiudi il rubinetto!

Evita di sprecare acqua mentre ti lavi i denti o ti radi e potrai risparmiare fino a 10 litri d'acqua ogni volta. Utilizza una tazza o un recipiente con dell'acqua e chiudi il rubinetto, così consumerai solo l'acqua che ti serve.

Lava frutta e otc viagra substitute verdura in una ciotola piuttosto che sotto l'acqua corrente.

Così facendo risparmierai acqua e potrai risparmiarne altra usando l'acqua rimasta nella ciotola per innaffiare le tue piante.

Un rubinetto che gocciola può sprecare fino ad un litro d'acqua ogni ora.

In una settimana ne avrà sprecata così tanta da riempire una vasca da bagno. L'acqua potabile è preziosa, non la sprecare!

Installa un contatore dell'acqua per tenere traccia dei tuoi consumi.

Le famiglie che hanno i contatori tendono ad essere più attente nell'uso dell'acqua e si ritrovano anche a risparmiare soldi.

Hai sete?

Invece di aspettare che l'acqua del rubinetto diventi fredda ogni volta che hai voglia di un bicchiere d'acqua fresca, riempi una brocca e conservala nel frigo.

Perchè sprecare?

Fai bollire solo l'acqua necessaria per il tuo caffè o il tuo thè.

Fai una doccia veloce invece di un bagno.

Per una doccia basta un terzo dell'acqua necessaria per un bagno! Sempre che, ovviamente, la doccia duri meno di cinque minuti. Lavati rapidamente, dunque, e usa un timer per controllare la durata della prossima doccia!

Investi in un doccino a basso flusso per diminuire il tuo consumo d'acqua.

Questi erogatori generano uno spruzzo più fine ed aumentano il flusso dell'acqua utilizzandone di meno.

Riduci il consumo domestico di acqua.

Usando aeratori e limitatori di portata sul tuo rubinetto, il flusso d'acqua sembrerà più forte, ma sarà composto da meno acqua e più aria. L'uso degli aeratori può ridurre il consumo dell'acqua del 30 – 40%.

Un WC che perde può sprecare fino a 200 litri d'acqua al giorno.

Ciò equivale a scaricare il water 50 volte al giorno. Controlla il tuo wc per possibili perdite.

Usa la lavastoviglie solo a pieno carico.

In questo modo utilizzerai meno acqua rispetto a quella necessaria per lavare i tuoi piatti a mano.

Scegli Eco-label!

Quando compri una nuova lavatrice, cerca un modello che sia efficiente nei consumi e che usi la minore quantità d'acqua possibile.

Può sembrare solo buonsenso, ma…

un modo sicuro per risparmiare acqua quando si fa il bucato è farlo meno spesso! Prima di iniziare un ciclo di lavaggio, aspetta che la lavatrice sia a pieno carico ed assicurati che i panni siano effettivamente da lavare; averli indossati una volta non li rende automaticamente sporchi.

Non scaricare ovatta, cotton fioc e fazzoletti giù nel water.

Buttali nel cestino.

Innaffia il tuo giardino la sera tardi o il mattino presto.

Durante le ore più fresche, evapora meno acqua e le piante riescono ad assorbirne di più.

Una pompa d'acqua da giardino può emettere fino a 18 litri d'acqua al minuto.

Usa un classico annaffiatoio per ridurre notevolmente gli sprechi, oppure attacca al tubo un erogatore a pistola che ti permetta di controllare il flusso dell'acqua.

Bagna, non spruzzare!

Quando fai giardinaggio, bagna accuratamente le radici delle tue piante due volte a settimana invece di spruzzarle d'acqua tutti i giorni. In questo modo viene assorbita molta più acqua di quella che evapora.

Se lasci che l'erba del tuo prato cresca più lunga, avrai bisogno di meno acqua per innaffiarla.

L'erba più lunga porta a radici più profonde e ad un suolo più in ombra che riduce la perdita di umidità.

Raccogli l'acqua piovana

per innaffiare il tuo giardino invece di usare preziosa acqua potabile dal rubinetto. Inoltre, ricordati di controllare le previsioni del tempo prima di innaffiare, potrebbe venire a piovere.

Lava la tua auto con secchio, spugna e sapone.

Userai solo pochi litri d'acqua rispetto ad un autolavaggio che può utilizzare da 32 a ben 150 litri d'acqua. Puoi ottenere lo stesso risultato, ma con molta meno acqua.

Pacciama le tue piante sia in casa che fuori.

Eviterai la crescita di erbacce, proteggerai le piante mantenendo il terreno fresco, farai diminuire l'evaporazione e limiterai il compattamento del terreno. Sii creativo usando materiali come: ciottoli, trucioli di corteccia, ghiaia, gusci di cacao, pigne decorative, marmi, stoviglie rotte, erba tagliata o terriccio di foglie. Non pacciamare il terreno troppo in prossimità di steli e fusti per evitare che la pianta marcisca in inverno.

Se hai un giardino, creare uno stagno è un ottimo modo per aumentare la biodiversità.

Rane, coleottari, lumache e a volte libellule popolano gli stagni, ma ricorda: evita i pesci rossi che si nutrono di girini!

Riduci al minimo l'uso di erbicidi e insetticidi.

Possono uccidere molte creature utili e piante di cui non volevate liberarvi, specialmente se penetrano in stagni e corsi d'acqua. Esistono molte alternative rispettose della natura.

I pesticidi contengono sostanze chimiche nocive, pericolose e tossiche che stanno danneggiando la salute umana.

Residui da pesticidi e insetticidi da giardino possono permanere in casa. Contatta gli enti locali per sapere come smaltire questi prodotti in modo sicuro e corretto.

Uccidi le erbacce con acqua bollente o semplicemente bruciandole.

Le erbacce su cui viene versata acqua bollente diventano marroni nel giro di poche ore e muoiono. Non ci sono residui tossici e il posto può subito essere usato dai bambini per giocare.

Devi smaltire rifiuti ingombranti?

Se devi smaltire rifiuti ingombranti, conferiscili a un centro di raccolta o rivolgiti a un'impresa specializzata che venga a prelevarli. I professionisti li separeranno e, se possibile, li ricicleranno. Alcuni prodotti, tra cui frigoriferi e altri elettrodomestici, vanno riciclati in maniera corretta per non inquinare l'ambiente. Per vendere articoli che hanno ancora un certo valore, prova a pubblicare un annuncio sui giornali o su Internet.

Quando è tempo di cambiare la batteria dell'automobile, ricicla la vecchia.

Fatti consigliare dalle autorità locali che saranno in grado di indicarti se conferirla a un apposito centro di smaltimento o a un'officina che le raccoglie per riciclarle e smaltirle adeguatamente.

Smaltisci correttamente i materiali tossici!

La maniera migliore per smaltire le vernici consiste nel conferirle al più vicino centro specializzato nel riciclaggio dei rifiuti. Se non è disponibile alcun servizio del genere, lascia che la vernice si secchi completamente aggiungendo segatura o lettiera per gatti prima di buttarla nella spazzatura. Non gettare le vernici direttamente negli scarichi perché sono tossiche e interferiscono con i processi degli impianti di depurazione delle acque.

Perdi olio?

Sapevi che la maggior parte dell'inquinamento causato dall'olio nei nostri oceani è dovuto all'attività umana e non alle fuoriuscite dalle petroliere? Se perdi olio dall'automobile, riparala immediatamente! Non smaltire mai l'olio usato in un canale di scolo per acque meteoriche.

Pensaci bene prima di comprare nuovi giocattoli ai tuoi figli.

Molti giocattoli vengono usati per pochissimo tempo e poi dimenticati. Privilegia i giocattoli di qualità, quelli che durano e possono essere usati da più generazioni di bambini. Inoltre, vendi i vecchi giocattoli a un mercatino delle pulci: puoi farli rivivere in un contesto divertente, anche per i tuoi figli.

Mantieniti in forma e, allo stesso tempo, fai qualcosa di utile per l'ambiente!

Gli spostamenti di meno di 3 km possono richiedere meno tempo se compiuti a piedi, in bicicletta o persino in autobus. Se porti con te i tuoi figli, usa uno skateboard, una corda per saltare, i pattini in linea o una pedana per passeggino! Ricordati sempre di quanto ti divertivi da piccolo.

Dai il buon esempio!

Vai al lavoro a piedi o in bicicletta tutte le volte che puoi e sarai un buon esempio per i tuoi figli. Spronali a camminare, andare in bicicletta o prendere l'autobus per andare e tornare da scuola ogni giorno! Farà bene alla loro salute e all\\\’ambiente.

Car-sharing!

Se abiti lontano dalla scuola, anziché usare l'automobile per portare i tuoi figli e andarli a prendere, proponi ad altri genitori l'utilizzo comune di un'automobile e condivi l'impegno con loro. Risparmierai tempo e benzina, oltre ovviamente a salvaguardare l'ambiente.

Controlla sempre la pressione dei pneumatici.

Così facendo, ne ridurrai l'usura prolungandone la durata, naturalmente risparmierai denaro, ma preserverai anche materie prime preziose: ci vogliono ben 27 litri di greggio per produrre un pneumatico nuovo. I pneumatici non gonfiati a sufficienza aumentano inoltre il consumo di carburante fino al 10%. Controlla i pneumatici almeno una volta al mese. È questione di pochi minuti.

Condividi la tua automobile!

Se devi usare l'automobile per andare al lavoro, dichiarati disponibile all'utilizzo comune di un'automobile.

Rallenta!

Quando guidi, sii regolare e anticipa ciò che sta per accadere. Evita il più possibile di accelerare e frenare. Così facendo, ridurrai il consumo di carburante.

Fai fare il cambio dell'olio da un esperto.

Porta l'automobile in officina per il cambio dell'olio. L'olio usato verrà raccolto e riciclato.

Se viaggi in aereo, compensa le tue emissioni di CO2.

Molte compagnie aeree e agenzie di viaggio offrono programmi di acquisizione di \”crediti di carbonio\” tra i loro servizi.

Innova!

Incoraggia, nel tuo contesto professionale, lo sviluppo di una politica sostenibile in materia di trasporti per i viaggi di lavoro. Puoi acquistare crediti di carbonio per compensare i voli, ridurre al minimo gli incontri che prevedono la compresenza dei partecipanti, e dunque il loro spostamento, usando teleconferenze o videochiamate, oppure viaggi in vagoni letto anziché in aereo.

Risparmia carta scegliendo la stampa fronte retro come opzione predefinita per la tua stampante.

Puoi anche stampare due pagine per foglio, se tutto resta leggibile. L'Agenzia europea dell'ambiente ha introdotto la stampa fronte retro come impostazione predefinita riducendo il suo consumo di carta all'incirca del 17% tra il 2004 e il 2005.

Abbassa il riscaldamento!

Una temperatura ambiente confortevole è di 19°C, ma 15°C sono perfetti per le camere da letto perché aiutano a dormire meglio. Inoltre, ricordati di spegnere il riscaldamento quando parti per le vacanze!

Vuoi risparmiare sul consumo domestico di energia?

Rendi più efficienti i tuoi radiatori interponendo pannelli riflettenti o fogli di alluminio tra i radiatori e le pareti. Così facendo, il calore verrà nuovamente irradiato verso l'interno della stanza.

Non posizionare il frigorifero o il congelatore in prossimità di una fonte di calore.

Mettilo distante da stufe, radiatori e finestre rivolte a sud, altrimenti il consumo di elettricità inevitabilmente aumenta.

Se hai un vecchio frigorifero o congelatore …

Sbrinalo almeno ogni sei mesi o, ancora meglio, sostituiscilo con un nuovo modello perché gli ultimi prodotti prevedono cicli di sbrinamento automatici e, generalmente, hanno un'efficienza doppia in termini di risparmio energetico.

Abbassa il termostato dell'acqua calda.

Non è necessario superare i 60ºC. Lo stesso vale per la caldaia del riscaldamento centrale. Non dimenticare che il 70% dell'energia utilizzata dai nuclei familiari nell'Unione europea viene speso per il riscaldamento domestico e un ulteriore 14% per il riscaldamento dell'acqua.

Non dimenticare di spegnere le luci.

Spegnendo cinque luci nei corridoi e nelle stanze di casa quando non servono, si risparmiano circa 60 euro all'anno! Ma non basta! In un anno, si evita il rilascio di circa 400 kg di CO2.

Non dimenticare di scollegare i caricabatterie.

Dopo aver finito di caricare il telefonino o il laptop, scollega il caricabatteria perché, se resta collegato, continua a consumare energia.

Cerca di rinfrescare senza usare l'aria condizionata.

L'uso dell'aria condizionata può comportare un aumento del 33% della bolletta dell'elettricità. A un ventilatore basta un decimo dell'energia usata da un impianto di condizionamento. Inoltre, non dimenticare che parasoli, veneziane, imposte e il fresco della sera non usano affatto energia!

Se puoi, cambia fornitore di elettricità.

Scegli quello che ti propone di coprire parte del tuo fabbisogno energetico con fonti rinnovabili. Così facendo, trasmetterai il messaggio giusto ai distributori di energia elettrica.

Metti il coperchio sulla pentola quando cucini.

Puoi risparmiare fino a un quarto dell'energia necessaria per la cottura. Pentole a pressione e a vapore sono ancora meglio: permettono di risparmiare circa il 70%!

I nostri rifiuti possono produrre luce, …

…elettricità, calore e persino posti di lavoro! Ricordati di riciclare quello che non ti serve più.

Fai movimento e pedala, cammina o usa i mezzi pubblici!

Migliorerai il tuo stato di salute e ridurrai il tuo impatto sull'ambiente. Non dimenticare che, per ogni litro di carburante combusto dal motore di un'automobile, nell'atmosfera vengono rilasciati più di 2,5 kg di CO2.

Vai da solo in automobile al lavoro?

Se la condividi con i colleghi, ridurrai il tuo impatto sull'ambiente, risparmierai soldi e viaggerai in compagnia. Chiedi ai colleghi chi abita vicino a te e fate a turno nell'uso dell'automobile per andare al lavoro.

Pensi di comprare una nuova automobile?

Perché non acquistarne una della nuova generazione? Un'automobile ibrida consuma dal 20% al 30% in meno di carburante e produce una quantità di CO2 nettamente inferiore rispetto a un veicolo tradizionale. Perché non coniugare la riduzione dell'inquinamento e il risparmio di soldi?

Nelle fredde giornate invernali, non riscaldare il motore dell'automobile da fermo.

Non c'è alcun rischio a muoversi con il motore freddo e, tra l'altro, si risparmia carburante.

Ti muovi con la famiglia nei fine settimana?

Per evitare ingorghi, con tutto lo stress che ne consegue, per non parlare dell'inquinamento, perché non pensi a qualche mezzo di trasporto alternativo? Dopo tutto, i treni sono più comodi!

Un altro volo per una riunione di lavoro?

Abituati a pensare prima a una telefonata o una videoconferenza!

Acquista un&#39albero di Natale che puoi riciclare&#39!

Se si acquista un vero albero di Natale, compratene uno con radici così che potete continuare ad annaffiarlo. Quando il Natale è passato, si può piantarlo in giardino. Se si acquista un albero tagliato, riciclatelo portandolo ai punti di raccolta dalle autorità locali.

Quando vai in posti esotici, scegli con cura i tuoi souvenir.

Il commercio di oggetti come statuette in legno, corallo rosso od ornamenti realizzati con pellicce o piume di animali è spesso regolamentato ed è necessario munirsi di permessi speciali per poterli portare con sé. Informati sulle norme in vigore poiché l&#39esportazione di tali articoli è disciplinata da leggi rigorose e rischi che i tuoi ricordi di viaggio siano sequestrati.

A distanza …

Apprezzate la fauna selvatica, ma siate sicuri di osservare gli animali selvatici da una certa distanza ed evitate di nutrirli. Ricorda, l&#39odore che si lascia quando si tocca un nido o una tana può spaventare i genitori che se ne vanno per sempre. Invece di toccare, provate a saperne di più su di loro e magari anche scoprite in che modo si può contribuire alla loro tutela.

Per evitare l&#39erosione del terreno, pianta vegetazione con apparati radicali complementari.

Per esempio, la lavanda ha radici profonde, che formano una fitta rete stabilizzando il terreno.

Se fai un&#39escursione non abbandonare oggetti, soprattutto rifiuti.

Se trovi rifiuti abbandonati da qualcun altro, sii responsabile e raccoglili tu.

Quando puoi, scegli pesce proveniente da allevamenti biologici come il branzino, il salmone e la trota.

Negli allevamenti non biologici, i pesci vengono alimentati e trattati con enormi quantità di sostanze chimiche e antibiotici, che possono essere nocive per gli altri animali nella catena alimentare. Forse vale la pena di ricordare che per produrre un salmone di allevamento da 3 kg, si pescano 15 kg di pesce selvatico per assicuragli mangime e olio.

Dai il benvenuto all&#39ultimo nato nella tua famiglia piantando un albero.

Oltre a regalarvi bei ricordi, l&#39albero vi farà ombra, sarà il cuore di un nuovo piccolo ecosistema e arricchirà l&#39aria di ossigeno.

Informati a proposito della flora e della fauna caratteristiche della zona in cui vivi.

In tutti gli ecosistemi, piccoli o grandi che siano, esistono specie minacciate e in via di estinzione. Cerca di sapere quali sono le specie annoverate tra quelle in via di estinzione nel territorio in cui vivi e impegnati per salvaguardarne l&#39habitat.

Se vai in vacanza in un paese tropicale, non toccare o distruggere le barriere coralline.

Se ti piace immergerti, non staccare pezzi di corallo da portare a casa come souvenir. Le barriere coralline sono preziosi ecosistemi che stanno scomparendo.

Crea un piccolo ecosistema…

…nel tuo giardino o nel parco accatastando alcuni ceppi in un angolo riparato. In questo modo, darai rifugio a ricci, rane e rospi. Se sotterri parzialmente l&#39estremità dei ceppi, favorirai la proliferazione dei cervi volanti, che amano il legno marcio. Una pila di sassi darà riparo anche a vari insetti e ragni.

Sapevi che?

Alcuni prodotti di carta non riciclabili (per esempio, fazzolettini, tovagliolini e confezioni di cartone per le uova) possono essere aggiunti al terriccio compostato. Le fibre di cui è fatta la carta favoriscono l&#39aerazione del compost e quindi accelerano il processo di decomposizione da parte dei microrganismi.

Pensaci bene prima di acquistare un animale esotico e sceglilo con attenzione.

Rettili, uccelli e pesci sono spesso prelevati dai loro habitat naturali. Il mercato nero degli animali esotici ha distrutto intere popolazioni di specie animali e, a tutt&#39oggi, rimane il settore in più rapida crescita nel commercio degli animali domestici.

Se vuoi una vacanza inconsueta, perché non ti offri volontario per la conservazione della natura?

Molte agenzie di viaggi propongono vacanze del genere. Avrai l&#39opportunità di collaborare con persone realmente impegnate per offrire il tuo apporto a sostegno di una causa ambientale.

Coltiva un orticello tutto tuo o qualche vasetto sul davanzale della finestra.

Potrai gustare verdura saporita e fresca senza pesticidi.

Partecipa anche tu alle iniziative di pulizia dell&#39ambiente.

Ogni anno, in occasione della Giornata mondiale dell&#39ambiente, le scuole e le associazioni ambientaliste in tutto il mondo organizzano campagne di pulizia e bonifica dell&#39ambiente. Partecipa anche tu! Oltre a rendere più bello il paesaggio che ti circonda, imparerai tante cose interessanti sugli animali e sulle piante che vivono vicino a te.

Pensi di aggiungere nuove piante in giardino?

Fai attenzione quando fai acquisti per il tuo giardino. Gli esseri umani sono uno dei fattori principali di introduzione di specie invasive, soprattutto floristiche, molte delle quali sono state introdotte unicamente per fini ornamentali. Impegnati di più per scoprire se la pianta che desideri è originaria del tuo ambiente.

Compra prodotti freschi prodotti a livello locale…

…sia direttamente presso il coltivatore, sia presso il vicino mercato ortofrutticolo. Il cibo di stagione fa bene a te e all&#39ambiente. Ridurre il numero di chilometri di strada percorsi dai tuoi alimenti ed evitarne il confezionamento riduce l&#39inquinamento e i rifiuti.

Laddove possibile, scegli cibo biologico!

La produzione di alimenti biologici non usa pesticidi sintetici, produce un po&#39 meno gas a effetto serra e, generalmente, lascia più spazio alla biodiversità nelle zone agricole.

Mangia carne in quantità moderata!

Se ti piace la carne, prova a ridurne il consumo ricercando la qualità piuttosto che la quantità. La produzione di carne comporta un enorme consumo energetico: molta energia viene utilizzata non solo per la produzione e il trasporto dei mangimi animali, ma anche per riscaldare, rinfrescare e illuminare i grossi allevamenti. Passare a una dieta con meno carne aiuta l&#39ambiente, ma fa anche bene alla salute. Inoltre, la scelta migliore è quella di acquistare carne biologica da allevatori locali.

È vero che le salviette usa e getta sono spesso messe a disposizione gratuitamente, ma questo non significa che dobbiamo sprecarle.

Se ne hai bisogno, non prenderne un pacco: uno o due sono più che sufficienti. Sii ragionevole e gli alberi te ne saranno grati!

Mangia frutta e ortaggi di stagione.

Sono più saporiti e più sani, e la loro coltivazione ha un minore impatto sull&#39ambiente.

Analizza il tuo consumo di latticini.

La produzione di burro, formaggio e altri prodotti lattiero-caseari ad elevato contenuto di grassi è responsabile di notevoli emissioni di gas a effetto serra e dell&#39eutrofizzazione di acque sotterranee, fiumi e mari. Ricorda, inoltre, che complessivamente circa il 70% di tutti i terreni agricoli viene usato per l&#39allevamento di bestiame.

Investi in un portavivande….

…e, se occorre, usa le pellicole e la carta per alimenti anziché l&#39alluminio per proteggere gli alimenti. Riducendo la quantità di materiali che usi nell&#39arco di una giornata riduci anche la quantità di rifiuti che produci, con grande soddisfazione dell&#39ambiente!

Non usare la lavatrice o la lavastoviglie se non sono completamente cariche.

Il consumo di energia e di acqua è identico, prescindendo dal fatto che sia piena o vuota, per cui cerca di ottimizzarne il ciclo.

Fai raffreddare il cibo caldo prima di metterlo in frigorifero…

…e scongela il cibo passandolo dal congelatore al frigorifero. Così facendo, la bolletta sicuramente calerà. Ricorda, inoltre, di tenere aperto lo sportello del frigorifero non più del tempo necessario.

Fai la doccia anziché il bagno!

Così facendo, puoi ridurre il consumo di acqua di un terzo! Quando ti insaponi, chiudi l&#39acqua ed evita docce lunghe. Per una doccia bastano dai 30 agli 80 litri di acqua, mentre un bagno consuma dai 150 ai 200 litri di acqua preziosa. Installa erogatori a basso flusso e rifletti bene prima di comprare una doccia multigetto.

Devi rimuovere depositi di calcare?

Per eliminare i depositi di calcare da piastrelle, rubinetti, bollitori e ferri da stiro, prova l&#39aceto anziché prodotti chimici.

Compra un detersivo per i piatti rispettoso dell&#39ambiente.

È molto biodegradabile, meno inquinante per gli habitat acquatici ed efficace tanto quanto un altro detersivo decisamente meno ecologico. Cerca i detersivi rispettosi dell&#39ambiente come quelli con il \”fiore ecologico\” proposto dall&#39Unione europea (vedi http://www.eco-label.com per individuare quelli venduti nel tuo paese).

Pensi di ristrutturare la tua casetta o il tuo appartamento?

Studia come ridurre il consumo di energia per il riscaldamento e il raffrescamento, per esempio sigillando porte e finestre, oppure isolando o sostituendo gli infissi. Oggi è possibile costruire abitazioni senza emissioni di carbonio.

Vuoi comprare una nuova stampante?

Quando compri una nuova stampante, scegline una che permetta di riempire nuovamente le cartucce con kit di ricarica, una scelta molto valida dal punto di vista sia dei costi che della salvaguardia dell&#39ambiente. Se proprio è possibile, non dimenticare di riciclare le cartucce usate restituendole al negozio che ti vende le nuove.

Investi in pile ricaricabili anziché comprarne del tipo usa e getta.

A lungo termine, risparmierai denaro. E se vuoi ridurre ulteriormente l&#39impatto ambientale, puoi anche comprare caricabatterie a energia solare.

Non comprare prodotti usa e getta.

Oggigiorno, abbiamo la cattiva abitudine di comprare sempre più prodotti monouso come rasoi usa e getta, bicchieri di plastica, tovagliolini, fazzolettini e salviettine di carta, pannolini, borse di plastica e persino macchine fotografiche, tanto per citare alcuni esempi. Si tratta di prodotti che, a lungo andare, non solo ci costano di più, ma comportano un maggior consumo di risorse ed energia rispetto ai loro equivalenti riutilizzabili.

Quando compri nuove apparecchiature elettroniche, scegli prodotti a basso consumo energetico.

Per orientarti, puoi fare riferimento alle etichette energetiche (A++, A+, A, B). Quanto alle apparecchiature elettroniche per ufficio, affidati al marchio Energy Star. A lungo termine, risparmierai in bolletta. Per ulteriori informazioni su questi prodotti, visita il sito web dell&#39Unione europea: http://www.eu-energystar.org.

Chiudi il cerchio!

Acquista prodotti realizzati con materiali riciclati. Del resto, chi altri, se non tu, dovrebbe comprare i prodotti ottenuti da quello che butti nei cassonetti per riciclarlo?

Per preparare un buon pasto, compra prodotti equi e solidali!

Il commercio equo e solidale garantisce una giusta quota ai produttori del Sud del mondo. Inoltre, esistono molti prodotti che sono al tempo stesso biologici ed equi e solidali.

Non dimenticare il negozietto all&#39angolo.

I nuovi supermercati nel quartiere possono minacciare l&#39attività degli esercizi più piccoli. Inquinamento e traffico sarebbero notevolmente ridotti se i consumatori frequentassero i negozi locali anziché percorrere lunghi tragitti per raggiungere i centri commerciali fuori città.

Compra fiori in vaso, durano di più!

Se non puoi fare a meno di comprarti dei fiori, scegli una pianta in vaso da un fornitore locale. Molti fiori esotici vengono coltivati in serra a distanze notevolissime dal luogo in cui viviamo. Tralasciando la questione del trasporto, questo può comportare costi sociali e ambientali notevoli. Per esempio, in Colombia, l&#39industria dei fiori utilizza enormi quantità di pesticidi inquinanti e, in Kenya, l&#39orticoltura assorbe molta acqua riducendo le risorse idriche locali. In alternativa, chiedi al tuo fioraio fiori biologici o del commercio equo e solidale.

Acquista la tua musica preferita sotto forma di file elettronici scaricabili da Internet … inquini meno!

Eviterai di dover andare fino al negozio di musica e ridurrai l&#39uso di CD, custodie di plastica, imballaggi, trasporto, per non parlare del denaro risparmiato.

Compra ciò di cui hai bisogno e non ciò che desideri!

Se tutti gli abitanti del pianeta vivessero come vivono gli europei, avremmo bisogno di tre pianeti per disporre di tutte le risorse necessarie. Non cadere nella trappola del consumismo, prepara a casa la lista di ciò che ti occorre anziché mettere nel carrello prodotti superflui di cui pensi di avere bisogno. Così facendo, risparmierai anche soldi.

Aggiorna il computer!

L&#39Agenzia europea dell&#39ambiente ha aggiornato i PC dei suoi uffici con un ampliamento di memoria. In questo modo, si è allungato il ciclo di vita dei computer di altri due anni evitando molti rifiuti elettronici.

Smaltisci correttamente i rifiuti di origine medica!

Discariche o impianti fognari non sono il posto adatto per disfarsi dei farmaci scaduti. Conferiscili ai centri di smaltimento incaricati o riportali dal tuo farmacista.

Non buttare le cartucce della stampante.

Riciclale! La maggior parte dei rivenditori di forniture per ufficio consente di restituire le cartucce esaurite quando si acquistano le nuove.

Associazione di promozione sociale, culturale e sportiva dilettantistica Greensharing - Via Mazzini 166, 65122 Pescara, Italy - P.Iva 01896240684 - Privacy